Quickribbon Soldati: "Pronti anche sul mercato"

venerdì 21 novembre 2008

Franco Soldati è stato ospite di 'Il balon al è di ducj', trasmissione di Radio Onde furlane fatta in collaborazione con Udineseblog.it. Il presidente dell'Udinese ha toccato vari temi tra cui per prima cosa il punto della situazione dopo la sconfitta con la Reggina: “rimanere ad alti livelli è difficile e logorante ed è frutto di un percorso di anni di sacrifici, proposte e rafforzamento psicologico e fisico. Abbiamo inoltre il problema dello stato patrimoniale dell'azienda da mantenere su certi livelli: attualmente dal punto di vista economico abbiamo un grande azionista che ci da le possibilità di crescere, anche se non chiediamo quasi mai nulla a Pozzo se non la sua esperienza”.


Pozzointanto ha parlato però di mercato di riparazione: “dal punto di vista della rosa se dobbiamo andare sul mercato potrebbe essere sia in fase di acquisto che di sfoltimento di quei giovani che in estate non hanno avuto la possibilità di trovare una squadra che li faccia crescere. Abbiamo la forza economica di poter intervenire, certo rimanendo sul nostro 'standing'. Giannichedda o Fiore? La nostra politica non gradisce i ritorni. Preferiamo puntare sui giovani. Anche se tutto è possibile. Sono due giocatori validi sui quali verranno fatte le verifiche opportune. Ma abbiamo un centrocampo comunque Fiore con Tissone che in estate era uno dei pezzi pregiati con Obodo. Tissone per ora ha problemi ma spero che dopo la pausa sia possibile riaverlo in campo. LA mediana è ad altissimo livello con i tre che giocano. Zimling arriverà a gennaio. Dopo la sconfitta tutti aspettiamo con ansia per capire cosa sta succedendo in queste due partite per quell'errore con l'Inter e per la prestazione con la Reggina. Un punto lo faremo domenica sera. Ma mi auguro che sia più di un punto”.
Ma Soldati in vista di Fiorentina – Udinese tocca anche il discorso Borgonovo. Sarebbe bello – come proposto da Udb – un applauso comune per continuare sensibilizzare sul problema. Ma Soldati aggiunge che oltre a questo la società “Non voglio percorrere i temi ma al 60% con Udinese per la vita e la Sig.ra Pozzo stiamo organizzando un evento a gennaio per raccogliere fondi per la SLA . Mi sto adoperando io personalmente per rendere questa serata un qualcosa per andare in aiuto di questa ricerca. Ci stiamo attivando e sarà importante. Di cero la tematica non è caduta nel dimenticatoio anche se i giornali a volte dimenticano”.

(udineseblog)

0 Comments:

Post a Comment



Articoli correllati