Quickribbon Marino: "Siamo mancati del tutto"

domenica 16 novembre 2008

Un razionale Marino analizza così la sconfitta: "Non è che abbiamo giocato male, siamo proprio mancati. Questa doveva essere una prova di maturità per noi e l'abbiamo fallita. Sono amareggiato perchè abbiamo offerto una prestazione talmente negativa che abbiamo meritato la sconfitta. Si sa che contro le big gli stimoli vengono da soli, ma è anche in queste partite che non devono mancare. Oggi non c'è stata partita. L'Udinese non ha proposto nulla nonostante sia stata una settimana di 'riposo'. Un passo indietro dal punto di vista psicologico"
Udinese bruttissima. "Oggi non c'è niente da salvare, abbiamo ampiamente meritato di perdere. Questo ci deve far capire che se non affrontiamo le partite in una certa maniera siamo perforabili. E' un problema che parte dalla testa. Abbiamo sbagliato tanti passaggi, anche facili, quindi vuol dire che non ci siamo preparati bene. Non me l'aspettavo, avevo visto la squadra lavorare bene in settimana, sono rimasto molto sorpreso. Sapevam ce non era una passeggiata e mispiace perchè abbiamo sbagliato tuto che non avevamo ma fatti nemmeno mesi insieme in tutto il campionato offrendo uno spettaclo da dimenticare. Il comlesso non è andato. Ci aggrediscono sempre si centrocampisti ma riusciamo anche a liberarci. Se invece sei sotto ritmo rendiamo facile arginarci"

Ora i nazionali nella settimana ce porta a Firenze: "devono avere l'entusiasmo giusto ma per noi è un handicap. Tra l'altro abbiamo un giorno in meno ma sono fiducioso perchè ci dovrà essere tanta rabbia in corpo, e mi aspetto uan reazione positiva. Peggio di così non si può fare e se giochi in questa maniera non puoi pretendere di vincere: per questo voglio una reazione mmediata"

Centrocampo stanco? "Questa settimana dovevano essere tutti riposati perchè non c'è stato l'impegno infrasettimanale: in Coppa Italia hanno giocato le seconde linee del momento. Dovevamo essere più freschi invece fisicamente siamo stati inferiori agli avversari. Il problema oggi è stato che non eravamo all'altezza della situazione, c'è poco da recriminare".

Sulla sua espulsione, ammette che "ho detto che cinque minuti di recupero erano pochi, ma penso che l'arbitro abbia sommato altre mie lamentele precedenti a quella affermazione e così ha fato le somme. Alla fine se avete visto non si è giocato più, perchè loro cercavano di portare a termine la partita. Poi comunque con l'arbitro mi sono chiarito serenamente. E pensare che quacuno pensava che dovevo amministrare i diffidati....la mia espulsione comunque non è un problema mi sono chiarito. Mi spiace solo per lo spettacolo offerto"

In classifica in testa ci sono le 3 grandi e Udinese, Fiorentina, Napoli si stanno staccando. C'era da aspettarselo? "Finora il campionato è stato equilibrato. Certe squadre riescono a superare meglio certi momenti. Io sono soddisfatto della partita giocata a Milano, dove comunque abbiamo concesso poco all'Inter. Oggi invece abbiamo fallito una prova di maturità, ma ci saranno altre prove di questo tipo e avremo occasione di smentirci. Questa gara è già da archiviare: forse in questa partita abbiamo commesso più errori che in tutte le altre messe assieme".

(Udineseblog)

0 Comments:

Post a Comment



Articoli correllati