Quickribbon D'Agostino: "Fatto brutta figura"

domenica 16 novembre 2008

Il capitano non può nemmeno godersi la prima convocazione in azzurro, della quale è stato già informato assieme agli altri due bianconeri Pepe e Quagliarella:"Oggi siamo stati irriconoscibili. Può capitare, non siamo dei robot. L'importante è che ce ne siamo resi conto da soli. Abbiamo fatto proprio una figura di c...a".
La causa? "L'approccio sbagliato alla gara. Non eravamo deconcentrati, ma consapevoli di essere più forti. Quando entri in campo così e subisci poi non è facile recuperare. Certamente è una cosa che non si dovrà più ripetere. Se avessimo perso con la Juve nessuno avrebbe gridato allo scandalo. Ma abbiamo perso con la Reggina.. Meno male che hanno perso anche Fiorentina e Napoli".

Il momento no è arrivato nel giorno della convocazione: "è stata la prima prestazione non al'altezza. Ci può stare faremo tesoro e vogliamo ripartire da subito. Nel mezzo siamo mancati? non credo dipenda da un fatto psicologico ma da come loro ci marcavano. Ci siamo innervositi percè non trovavamo gli spazi e se ti innervosisci in A la paghi. Nello sogliatoio amarezza ma la consapevolezza di aver giocato male. Poche occasioni? a volte ci può stare. In Uefa stiamo facendo bene in campionato anche, ripeto non siamo robot. Ora a Firenze so di che pasta siamo fatti parlo a nome di tutti i compagni. E poi la Fiorentina non si chiuderà come ha fatto la Reggina. Siamo consapevoli comunque di fare sempre 5 o 6 palle gol tranne oggi. A centrocampo ci hanno bloccato e abbiamo sofferto, merito della Reggina. Noi come tipo di gioco non siamo propensi a buttare là la palla per fare caos. Noi abbiamo il gioco nel nostro DNA, loro si sono comportati alla grande e noi siamo stati dei polli a cascarci"

Dove cominciano i meriti della Reggina? "La Reggina ha fatto una grande partita, complimenti a loro. Nel finale loro sempre a terra? Fa parte del gioco".

Sabato si va a Firenze, in casa di una squadra che come l'Udinese oggi ha perso:" Nè noi nè loro lottiamo per il titolo, quindi qualche partita sbagliata ci può stare. Noi certamente rivedremo tutti assieme gli errori fatti oggi per cercare di non ripeterli".

Infine sulla convocazione in azzurro: "una emozione. Sono arrabbiato oggi da domani penserò alla Nazionale. Significa l'nizio della mia carriera. Rimanerci sarà il difficile. Tanti giocatori in Nazionale? pensa che abbiamo perso...."

(udineseblog)

0 Comments:

Post a Comment



Articoli correllati